Cosa fare quando sei in piena PSM?

Cosa fare quando ti sei svegliata col culo storto?

Cosa fare quando hai cattivo umore?

Cosa fare se stai evitanto i farinacei e carboidrati da lungo tempo?

Ebbene ecco cosa fare: un timballo di pasta.

Ognuno a casa propria lo chiama come gli pare, c’è chi lo chiama frittata di pasta, chi pasticcio pasticciato da noi era: timballo di pasta.

Ebbene, fate un sughettino leggero, fate la besciamella (la potete anche comprare) cuocete la pasta (meglio se avanzi di vari tagli di pasta) mischiate il tutto, aggiungete un uovo, della mozzarella o formaggio, una bella spolverata di parmigiano e per finire in forno.

Leggero eh? Però che soddisfazione.

A casa non avevo abbastanza latte per la besciamella e nella mia dispensa non c’erano avanzi di pasta, solo spaghetti ebbene così ho fatto: mi sono arrangiata (quando il giorno è brutto è brutto sempre e comunque e ti viene anche a mancare la pasta).

Ognuno di noi ha il proprio cibo consolatorio, per me solitamente è il pane con prosciutto cotto e maionese, oggi è stato questo.

C’ho lavorato e ora me lo godo.

 

Immagine fase 1: salsa.

Immagine fase 2: besciamella

Immagine fase 3: bollire la pasta

Immagine fase 4: assemblaggio

Immagine fase 5: gnam.

I.