Io ho sempre vissuto in città. Ci sono nata in città, ci sono cresciuta e quando me ne sono andata dalla mia città sono andata a stare in una città più grande.

Mi son sempre detto, se mi sposto da qui sarà per andare in una città ancora più grande. Invece mi sono trasferita in una città ancora più piccola e da lì in un paese sulle pendici di un monte che conterà pressoché 3.000 abitanti.

Questo fine settimana sono venute a trovarmi delle amiche dall’ultima città in cui ho abitato, avevano delle grosse borse con dentro di tutto.

Loro escono la mattina e rientrano la sera, dunque stanno fuori tutto il giorno. Lì mi sono ricordata che anche io facevo così.

Sotto il mio letto ho delle enormi borse in cui entrava di tutto; addirittura delle volte ci mettevo pure un cambio per uscire dopo il lavoro. E il cambio lo facevo nel bagno.

Ora, beh, ora esco senza borsa. In una tasca ho il cellulare, nell’altra le chiavi di casa e i soldi.

Che poi i soldi che mi servono se esco a piedi?

Prima, quando abitavo in città, guardavo le vetrine ma tanto non avevo quasi mai soldi per comprare quello che c’era dentro le vetrine. Ora di soldi non ne ho neanche adesso però non ci sono neanche più le vetrine da guardare. Niente tentazioni, niente comprare cose superflue ma lunghe camminate o biciclettate tra gli alberi che devo dire certe volte mi fanno due balle così.

Non è che questo post voglia dire qualcosa, solo che si cambia. Io non pensavo nella mia vita che sarei uscita senza borsa con solo le chiavi in tasca.

E per me adesso, significa leggerezza.

Ah sono a dieta. Quindi avevo pensato di fare un blog(ghe) sulla dieta.

Anche questo, non che freghi qualcosa a qualcuno ma a me andava di scriverlo.

I.

Annunci